Dichiarazione F-GAS: scadenze e sanzioni


I condizionatori, le pompe di calore, i frigoriferi e molti altri dispositivi contengono fluidi refrigeranti fluorurati al fine di poter compiere il loro lavoro.

Questi gas, se dispersi in atmosfera, contribuiscono all'effetto serra e al riscaldamento globale: per questo motivo la produzione di tali gas e il relativo utilizzo sono attentamente monitorati e uno degli strumenti per il monitoraggio è la Dichiarazione F-Gas.

COS'E'
La Dichiarazione F-Gas è una comunicazione annuale relativa alle operazioni che vengono eseguite sulle macchine contenenti gas refrigeranti. I dati contenuti in questo documento riguardano la macchina, il luogo di installazione, la tipologia e quantità di gas e le quantità eventualmente caricate nel corso dell'anno.

QUANDO
I controlli sul gas da parte di personale certificato sono obbligatori con cadenza variabile in base alla grandezza della macchina.
Per la climatizzazione della Farmacia la periodicità minima obbligatoria è generalmente 1 anno.
La Dichiarazione F-Gas deve essere inoltrata all’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale - Ministero dell'Ambiente) entro il 31 maggio di ogni anno relativamente alle attività svolte sulle macchine un anno prima.

Ad esempio entro il 31/05/2017 sarà necessario comunicare i dati relativi alle operazioni eseguite nel 2016.
La dichiarazione è obbligatoria ogni anno anche se non sono state fatte aggiunte di gas refrigerante e/o se non ci sono state perdite o guasti.
I dati vanno quindi annotati e conservati in un apposito registro.
 
QUALI MACCHINE?
Sono soggette alla dichiarazione le macchine contenenti una quantità di gas variabile in base alla tipologia del gas stesso.
Se una Farmacia possiede uno o più climatizzatori/pompe di calore, considerando le esigenze dei locali, vi è un'altissima probabilità che le macchine ricadano nell'obbligo di dichiarazione.
 
In ogni caso il Farmacista è sempre obbligato a valutare se le proprie macchine ricadono in tali obblighi.
Fino al 31 Dicembre 2016 sono soggette alla dichiarazione le macchine contenenti una quantità di gas pari o superiore ai 3kg. 
Dal 1° Gennaio 2017 sono soggette alla dichiarazione le macchine contenenti una quantità di gas variabile in base alla tipologia del gas stesso.
 

Per valutare se i dipositivi sono soggetti alla Dichiarazione F-Gas è possibile fare riferimento a questi valori

R134a > 3,5 kg

R407C > 2,82 kg

R410A > 2,39 kg

CHI DEVE FARE LA DICHIARAZIONE
Ad eccezione di casi molto particolari, il responsabile della Dichiarazione F-Gas è il titolare Farmacista proprietario delle macchine.

Il Farmacista non può evitare la dichiarazione ma, a sua volta, può delegare la compilazione e l'invio della stessa secondo le modalità previste dall'ISPRA.

SANZIONI

In caso di inadempienza alle prescrizioni di legge le sanzioni sono molteplici, ma le seguenti sono di maggiore interesse per il Farmacista:

1) Omessa trasmissione della dichiarazione annuale all’ISPRA (prevista entro il 31/05). Sanzione 1.000 – 10.000€

2) Trasmissione della dichiarazione annuale all’ISPRA (prevista entro il 31/05) in modo incompleto, inesatto o non conforme. Sanzione 1.000 – 10.000€

3) Assenza del registro dell'apparecchiatura. Sanzione 7.000 – 100.000€

4) Tenuta del registro dell'apparecchiatura in modo incompleto, inesatto, non conforme su formato diverso da quello ufficiale. Sanzione 7.000 – 100.000€

5) Registro che non viene messo a disposizione all'ISPRA. Sanzione 500 – 5.000€

6) Controlli obbligatori sulle macchine non effettuati. Sanzione 7.000 – 100.000€

 

7) Controlli obbligatori sulle macchine effettuati utilizzando aziende con personale privo di certificato. Sanzione 10.000 – 100.000€

8) Riparazioni sulle macchine effettuate utilizzando aziende con personale privo di certificato. Sanzione 10.000 – 100.000€

Le informazioni contenute nel presente testo sono estratte delle leggi applicabili al 30/04/2017 e presentate per essere utili e fruibili da parte dei titolari Farmacisti.
Per ulteriori informazioni fare riferimento al sito dell'ISPRA.

Ti è piaciuto l'articolo e desideri rimanere aggiornato sui nostri approfondimenti?

Iscriviti alla newsletter di Farmafacility: riceverai guide per la gestione degli impianti, best practices per il risparmio energetico e aggiornamenti sul mondo della gestione impiantistica in farmacia.

Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy

Concedo il mio consenso al trattamento dati

Seguici con un like alla nostra pagina o condividi l'articolo.